Galleggianti, segnafilo e lenze montate

Galleggianti, segnafilo e lenze pronte

Skip categories Skip categories
Skip filters
Filtri
Filtra per prezzo
4.5/5 Basato su 794 Recensioni raccolte online e in negozio

CAPERLAN | VENTURIERI

GALLEGGIANTI,SEGNAFILO E LENZE MONTATE

LA PESCA CON ILGALLEGGIANTE IN LAGO

La tecnica di pesca con il galleggiante riferita alla trota è molto efficace ed una delle tecniche più semplici da praticare. Lemontature sono comunque diverse da quelle tradizionali che si utilizzano in acque interne e restano sempre mirate alla pesca dellatrota in laghetto e consentono di praticare la tremarella, di trasmettere delle vibrazioni all'esca mediante movimenti rapidi che impartiamo con il polso alla canna. Di galleggianti indicati per la pesca della trota ne sono stai proposti in gran quantità da svariate marche e tutti hanno una loro ragione di esistere; spesso la scelta è un fattore personale, possiamo però suddividere tutti i galleggianti in due grandi categorie:

Forme allungate :come la penna le quali sono più indicate per un recupero più costante e sostenuto, e solitamente per una pesca più di superficie o per abboccate più diffidenti.

Forme tondeggianti : sono più indicate per un recupero costituito da fasi veloci e stop che lasciano affondare l'esca o anche per far vibrare il galleggiante quasi sul posto recuperando molto, molto, lentamente.

Comunque si realizzerà la montatura, sarà comunque sempre importante l'azione di pesca, che dovrà comunque essere sempre fatta di recuperi alternati eventualmente, ma non necessariamente a pause più o meno lunghe, impartendo sempre vibrazioni con il polso; anchein questo caso l'esca dovrà sempre ruotare; lasciare l'esca immobile attendendo che sia la trota a preferire la nostra esca generalmente è molto meno redditizio. La scelta di pescare con il galleggiante sostanzialmente si effettua quando vogliamo che il nostro "peso" sia vincolato e quindi non vogliamo correre il rischio che affondi più di tanto oppure quando a causa della “lentezza” del pesce dainsidiare, è necessario effettuare recuperò più lento dell’esca. Il recupero più lento è importante quando ci troviamo in casi di trote più apatiche, meno volenterose di rincorrere la nostra esca,come ad esempio durante la stagione invernale in cui i pesci tendono a stazionare sui fondali e restare piuttosto “ferme”; oppure in situazioni in cui ad esempio l’acqua piuttosto torbida del lago non permetterebbe agli esemplari di inseguire la nostra esca a causa di una scarsa visibilità. La montatura è più semplice di quanto si potrebbe pensare, il galleggiante può essere piombato con un piombo unico, un salvanodo che come sempre ha lo scopo di proteggere il nodo di giunzione tra lenza madre e l'immancabile girella tripla che oltre a scaricare la torsione serve da blocco al piombino, segue quindi il finale più o meno lungo a seconda delle situazioni (da 10cm a 50cm) ed infine l'amo. La distanza tra galleggiante e piombo dipende come sempre dalle circostanze, dal lago, dalla stagione e dalla profondità a cui le trote hanno deciso di stazionare. Non esiste mai "meglio e peggio " utilizzando una montatura piuttosto che un altra ma solo variazioni che ci permetteranno di prendere più pesce e più facilmente! Un' altra variante sempre più in voga è quella di piombare il nostro galleggiante con una catenella di piombini spaccati; questa montatura ha il vantaggio di essere moto morbida ed evidentemente di trasmettere meglio il movimento all'esca diventando così molto più redditizia soprattutto con trote diffidenti; anche in questo caso il recupero è sempre il medesimo : recuperi regolari alternati a soste di qualche secondo sempre impartendo alla canna iltipico movimento della tremarella.

I SEGNAFILO

I segnafilo non sono altro che dei piccoli galleggianti realizzati in vari materiali come la balsa o il foam che permettono di seguire i movimenti della lenza grazie al loro colore acceso. Questi accessori possono essere fissati alla lenza in modi differenti ma la cosa più importante è che non siano in grado di muoversi liberamente ma soltando dalla mano del pescatore. Questo importante dettaglio permetterà di regolare la profondità di pesca in modo che possiate sapere esattamente dove si trova la vostra insidia.

LE LENZE MONTATE

Quando si è alle prime armi oppure si ha la necessità di sostituire la lenza completa in velocità occore fare affidamento su di una lenza montata. Molti pescatori sono soliti prepararsi a casa le proprie lenze per poi portarle con loro durante le battute di pesca in caso di rotture improvvise o cambi repentini di stile di pesca. Perciò molti brand, tra cui Caperlan, producono una vasta gamma di lenze montate adatte ai più svariati ambienti e tipi di prede. Quando si va a scegliere una lenza montata la prima cosa a cui fare attenzione è la forma e la dimensione del galleggiante perche sia adatta allo spot che intendiamo affrontare. Per le acque ferme dei laghi sarà più indicato un galleggiante dalla forma affusolata mentre per le acque turbolente di un fiume una forma tondeggiante sarà più stabile. Anche il suo peso è un dato importante, maggiore sarà la portata del galleggiante più lontano potrà essere lanciato ma la sua sensibilità si ridurrà drasticamente limitando la sua efficacia su pesci apatici o sospettosi. La seconda caratteristica da prendere in considerazione quando si sceglie una lenza montata è il diametro della lenza madre e del terminale con cui è stata realizzata. Il diametro dei fili deve essere scelto in base alla taglia media dei pesci che intendiamo insidiate e alle condizioni del luogo in cui intendiamo farlo. Infine la misura dell’amo, essa va scelta in base al tipo di esca che intendiamo utilizzare ma perfortuna la nostra gamma è molto vasta e non avrai problemi a trovare quello più adatto alla tua preda. Combinare tutti questi bisogni non è semplice ma tuttavia una lenza già pronta è un accessorio che facilità molto la vita del pescatore e perciò ti consigliamo di averne sempre qualcuna con te!

È un regalo? Offrire la scelta Offri una carta regalo