Pasta per trote

Paste trota lago

La pasta per trote è ormai un grande classico per la pesca alla trota nei laghetti sportivi. In questa sezione potrai trovare una vasta selezione di paste dei migliori brand nei colori migliori per le tue battute di pesca

Come scegliere
PESCA ALLA TROTA CON LA PASTA: SCEGLILA BENE E USALA AL MEGLIO!
Skip categories Skip categories
Skip filters
Filtri 1
Filtra per prezzo
4.8/5 Basato su 16 Recensioni raccolte online e in negozio

BERKLEY | ANTICHE PASTURE

LE PASTE DA TROTA

La pastella o la pastina è un’esca infallibile per la trota e perciò ormai indispensabile per i molti pescatori che praticano al pesca della trota in laghetto. Ormai riconosciuta la sua indiscussa efficacia, bisogna comunque tenere presente che la sua resa può variare variare a seconda del tipo di innesco, dei colori e dell’aroma. E’ molto conosciuta tra sia tra dilettanti ma anche tra gli agonisti, e viene impiegata ovunque, ma è vietata in gara, alla pari delle altre esche artificiali. Quasi tutti i pescatori di trota lago l’hanno provata, hanno acquistato uno o più barattoli e hanno sperimentato anche le varie colorazioni. E’ un’alternativa alle classiche esche vive come la camola, il lombrico, o il caimano, e talvolta risolve delle situazioni di apatia delle trote dove queste esche classiche avevano fallito. Ultima, ma non per importanza, laconservabilità di questa esca che può durare mesi chiusa nel suo barattolo e perciò sempre pronta ad essere utilizzata.

CHE COS’E’ LA PASTA DA TROTA?

La pastella o pastina da trota è un’impasto, aromatizzato con farina e olio di pesce, e colorato con delle sostanze naturali che lo rendono assolutamente innocuo per il pesce. E’ un’esca di lunga durata, purchè conservata correttamente nel barattolo in vetro o pvc dotato di coperchio ermetico. Inoltre è reperibile in tanti, tantissimi colori e fantasie. Le si trovano di colore verde, giallo, fucsia, bianco, e con varimix di colori. Ciò consente di alternare i colori durante la stessa battuta di pesca, finchè non si trova la tinta in grado di stimolare l’appetito delle trote. Inoltre, la pastella da trota è molto duttile, e facilmente modellabile con i polpastrelli e mantiene un’ottima tenuta all’amo in fase di lancio e recupero. I punti di forza sono tanti, perciò non dimenticare di portare con te qualche vasetto di pasta da trota nella tua prossima uscita in laghetto.

COME INNESCARE LA PASTA DA TROTE?

Possiamo dividere gli stili di innesco in due categorie principali: quelli per la pesca a fermo e quelli per la pesca a recupero. Nel primo caso basterà realizzare palline di pastella impiegando pollice e indice per poi inserirle sull’amo come una qualsiasi altra esca. Si possono innescare più palline, ripetendo l’operazione e andando far risalire queste ultime sul terminale stesso. Per la pesca in recupero, l’innesco deve essere differente, perchè dovrà determinare la rotazione dell’esca. Per fare questo si deve semplicemente prelevare una piccola quantità di pasta dal suo vasetto e poi creare una specie di salamino che andremo ad innescare sull’amo modellando la forma ad “L” che glipermetterà di ruotare. Ci sono poi delle forme poco convenzionali come quella a rombo oppure la classica forma a cucchiaino che sonopiù difficili da realizzare ma estremamente efficaci.

QUALI COLORI ED AROMI SCEGLIERE?

Di paste da trota ne esistono di decine di colori diversi e di svariati aromi. Ma come fare a scegliere quello migliore? Premettiamo che ogni pescatore ha le sue preferenze e sono molti i fattori ambientali che possono rendere più o meno efficace una pastella in un dato lago oin un determinata stagione. Sicuramente la classica pasta verde al gusto di farina di pesce non può mancare nella cassetta o nel cestino portapesci del pescatore di trote in lago, ma altrettanto validi sono colori accesi come l’arancione, il rosso, il giallo ed il bianco. Il colori scuri, come il nero ed il marrone, sono molto utili nei laghi con acque trasparenti oppure dove è consentita la pasturazione con il pellet. L’aroma più classico è quello alla farina di pesce al quale sono stati affiancati negli ultimi tempi alcuni nuovi gusti come l’aglio, il formaggio, il mais, il fegato o le uova di salmone. Di base il classico gusto al pesce è un passepartout ma ultimamente il gusto aglio ha conquistato i pescatoriitaliani specie nelle stagioni più fredde. Più che diversi aromi, è consigliabile disporre di più colori per adattarsi facilemente alla luminosità della giornata o alla trasparenza dell’acqua.

È un regalo? Offrire la scelta Offri una carta regalo