Arva, pala e sonda

Arva, pala, sonda sci

Arva, pala, sonda: scopri la nostra selezione di attrezzature ESSENZIALI durante le tue uscite su pendii non battuti.

Salta categorie Salta categorie
Salta filtri
Filtri
Filtra per prezzo
ZAINI SCI
Scopri
NUOVA COLLEZIONE
39,99€
4.4/5 Basato su 60 Recensioni raccolte online e in negozio

ATTREZZATURA DA VALANGA PER SCIATORI E SNOWBOARDER: PROTEZIONE CONTRO “IL PERICOLO BIANCO”

Freeride: sfondo naturale da sogno, pendii montani incontaminati e neve fresca luccicante. Lo sci o snowboard fuoripista è estremamente affascinante sia per i principianti che per gli esperti degli sport invernali. Tuttavia sciare fuoripista non è del tutto sicuro, a prescindere dalle condizioni meteorologiche estreme e cambiamenti del meteo inaspettati, le valanghe sono la causa più frequente degli incidenti fuoripista. Con le giuste precauzioni e una attrezzatura da valanga adeguata, nulla potrà ostacolare una gita invernale 

VALANGHE: MASSE DI NEVE FUORI CONTROLLO

Molti sportivi sottovalutano il pericolo che può essere provocato da una valanga che si stacca improvvisamente.

Pertanto, ciascun (potenziale) sciatore o snowboarder dovrebbe conoscere i possibili fattori scatenanti e i modi in cui si verifica una valanga.

In generale si possono distinguere 5 tipi di valanga:

  • valanga di neve polverosa: si verifica quando la neve fresca è forte e polverosa, che, attraverso una miscela di aria e neve, genera un’enorme nuvola di pressione. E’ un tipo di valanga molto raro, ma, una volta innescata, può raggiungere velocità fino a 300 km/h e seppellire interi villaggi e città. È anche estremamente pericoloso per l'uomo a causa dell'alto rischio di soffocamento.
  • valanga a lastroni: come lascia intuire il nome, si tratta di un distacco lineare e a lastroni dello strato superiore della neve, che viene spesso innescato da uomini o animali. Poiché questi si trovano al di sotto dello strato di neve, il rischio di essere travolti dalla valanga e sepolti sotto la neve è in questo caso particolarmente elevato.
  • valanga a debole coesione: può verificarsi sempre dopo che la neve sciolta si stacca dallo strato di neve sottostante, per poi scivolare a valle. Di solito ciò richiede una pendenza con un'inclinazione di almeno 40 gradi. A differenza della valanga a lastroni o polverosa, il decorso della valanga a debole coesione è per prima cosa puntiforme. La valanga aumenta innanzitutto le sue dimensioni e la sua larghezza, Quando un appassionato di sport invernali provoca il distacco di una valanga di neve a debole coesione, normalmente non viene travolto perché il distacco avviene sotto di  lui. Tuttavia accade continuamente che sciatori o snowboarder vengano travolti da una valanga. Le valanghe a debole coesione provocano il 10% di tutte le vittime di valanghe
  • valanga per scivolamento di neve: a prima vista è molto simile alla valanga a lastroni, tuttavia in questo caso non si stacca solo una parte di neve, ma l’intero manto nevoso. Si verifica principalmente durante gli inverni e zone con neve abbondante, come anche su superfici particolarmente lisce, come ad esempio prati o lastre rocciose.
  • valanga di neve bagnata: si verifica principalmente a temperature più miti, quindi con piogge e disgelo primaverili: l’acqua liquida contribuisce al fatto che la consistenza del manto nevoso cambia in modo significativo. Per questo motivo i singoli strati diventano instabili, ciò favorisce la formazione di valanghe particolarmente grandi e distruttive.

RIDURRE IL RISCHIO DI VALANGHE: IMPORTANTI CONSIGLI PER LA PROTEZIONE DA LASTRE DI NEVE ECC

Sfortunatamente, a causa dell'imprevedibilità di tali forze naturali, non può esserci una protezione al cento per cento contro le valanghe.Tuttavia, il rischio di un incidente da valanga può essere notevolmente ridotto con le giuste misure preventive.

Per una maggiore sicurezza i freerider dovrebbero assolutamente seguire i seguenti consigli:

  • poiché le valanghe sono fortemente influenzate dalle condizioni meteorologiche, dovresti controllare più volte al giorno il bollettino meteorologico, come anche il rapporto della situazione del servizio locale di allarme valanghe.
  • fai attenzione ai segnali di pericolo e alle indicazioni e presta sempre attenzione anche in aree con un rischio di valanghe presumibilmente basso.
  • come principiante degli sport invernali, sarebbe meglio evitare escursioni senza un accompagnatore esperto. In generale non dovresti mai andare da solo in fuoripista. Infine, in caso di valanga, hai bisogno di  fare affidamento su un aiuto esterno.
  • stai il più attento possibile e presta maggiore attenzione ai rumori sotto il manto nevoso e segnali simili, che potrebbero preannunciare una valanga.
  • mantieni sempre una distanza sufficiente dagli altri sciatori e snowboarder.
  • se vai spesso fuori pista, vale la pena frequentare un corso specifico sulle valanghe. In questi corsi formativi, non vengono insegnate informazioni teoriche sul tema valanghe, anzi, ci si allena anche sulla corretta gestione dei dispositivi di protezione contro le valanghe, come anche sul corretto comportamento in caso di emergenza.
  • come freerider, dovresti sempre portare con te una protezione contro le valanghe, costituite da un dispositivo ARVA, una sonda, una pala e, se necessario, uno zaino con un airbag da valanga. 

PROTEZIONE PER VALANGHE: ATTREZZATURA E COMPONENTI 

Quando si recuperano le persone sepolte da valanghe, dopo di essa conta ogni minuto. Per questo motivo un’attrezzatura completa e di alta qualità è essenziale per tutti gli sciatori e snowboarder che non sciano solo su piste battute, ma amano anche fare “backcountry”, ovvero stare fuoripista.

RILEVAMENTO APPROSSIMATIVO CON IL DISPOSITIVO DI RICERCA VALANGHE (ARVA)

Il cosiddetto ricetrasmettitore da valanga è un piccolo dispositivo elettronico che ha due diverse modalità: nello stato di trasmissione vengono trasmessi segnali a intervalli regolari e corti, che a loro volta possono essere localizzati da altri dispositivi ARVA in modalità ricevitore. La frequenza dei dispositivi è standardizzata. Se utilizzato correttamente, un localizzatore di valanghe di questo tipo consente una localizzazione molto precisa della persona sepolta da valanga (simile a un localizzatore GPS).

Affinché la localizzazione dopo una valanga possa veramente funzionare, il ricetrasmettitore dovrebbe essere sempre indossato vicino al corpo ed essere facile da trovare in caso di emergenza.

Quindi un dispositivo ARVA dovrebbe avere le seguenti caratteristiche: 

  • facilità d’uso (anche in situazioni di emergenza)
  • leggero e compatto
  • ampio raggio di trasmissione e ricezione (almeno 20-40 metri)
  • basso consumo energetico/lunga durata della batteria

Come ulteriore misura si può anche utilizzare un abbigliamento funzionale con sistema RECCO. Questi speciali riflettori, venduti in tutto il mondo, possono essere trovati anche da ricercatori, ma non (!) da dispositivi ARVA convenzionali, motivo per cui il sistema RECCO è solo un'aggiunta al resto dell'attrezzatura di protezione contro le valanghe.

SONDA DA VALANGA PER UN RILEVAMENTO FINE

Per individuare l’esatta posizione di una persona sepolta da valanga, si è dimostrato l'uso di una cosiddetta asta o sonda da valanga. In questo caso si tratta di un bastone lungo 2-4 metri, che viene inserito verticalmente nella neve. Ciò consente di determinare la profondità effettiva in cui si trova una vittima di valanga. La maggior parte delle sonde è composta da più parti singole che sono collegate tra loro, in modo da poterle assemblare in pochi secondi. Le diciture sulla sonda indicano dove la persona sepolta è più vicina alla superficie dell’aria. La sonda da valanga facilita inoltre l'orientamento durante lo scavo.

Tuttavia, le sonde possono essere utilizzate anche durante la ricerca di ostacoli nascosti (come pietre o ceppi d'albero) lungo il percorso. La loro zona di applicazione non è quindi limitata agli incidenti da valanga. In ogni caso, le sonde da valanga di alta qualità dovrebbero essere il più stabili possibile e altrettanto facili da usare.

ROBUSTA, COMPATTA E PRATICA: LA PALA DA VALANGA

Solitamente la neve da valanga ha una densità maggiore della neve “normale”. Quindi è essenziale avere una specifica pala da valanga per poter raggiungere il più rapidamente possibile una persona sepolta da valanga in caso di dubbio. Gli snowboarder apprezzano questo strumento da valanga per costruire salti e kickern. La pala da valanga può essere molto utile anche per spalare via la neve da un’auto innevata. Gli appassionati di sport invernali, quando acquistano una pala da valanga, dovrebbero considerare i seguenti punti:

  • materiale: sia l’asta che la pala dovrebbero essere di un materiale resistente (es: alluminio o carbonio) e non devono né rompere né cedere con carichi pesanti. Assicurati che i bordi della pala siano sufficientemente affilati da penetrare facilmente anche negli strati di neve ghiacciati e induriti.
  • dimensioni e peso: più leggera e maneggevole è la pala, più facilmente può essere trasportata nello zaino. La pala non deve essere né troppo grande né troppo piccola, in modo tale da riuscire a spalare maggiori quantità di neve, senza che diventi troppo pesante.
  • manico: un manico telescopico si è dimostrato particolarmente pratico, con cui la pala può essere rimpicciolita e quindi riposta più facilmente. I manici con una sezione trasversale più ovale, a loro volta, garantiscono una trasmissione di potenza ideale e allo stesso tempo conferiscono alla pala una maggiore stabilità.
  • impugnatura: puoi ottenere buone pale da valanga con impugnature a D o a T. Entrambe le varianti di impugnatura presentano sia vantaggi che svantaggi. Le pale con impugnatura a T sono solitamente un po' più leggere e compatte, mentre i modelli con impugnatura a D si distinguono soprattutto in termini di efficienza.
  • pareti laterali: assicurati che le pareti laterali della pala siano sufficientemente alte da impedire che ghiaccio e neve scivolino lateralmente.

MAGGIORE SICUREZZA ANCHE NELLA NEVE PROFONDA CON L’ATTREZZATURA DA VALANGA DI DECATHLON

I ricetrasmettitori da valanga, le pale e le sonde del marchio ARVA, specializzato nella produzione di dispositivi di protezione contro le valanghe, così come il nostro marchio Decathlon “Wedze”, convincono sia in termini di qualità che di un rapporto qualità-prezzo unico. Inoltre, molti dei nostri capi di abbigliamento per sciatori e snowboarder sono dotati di catarifrangenti del marchio svedese RECCO. Il sistema di ricerca, venduto in tutto il mondo, può ricevere i segnali dai servizi di soccorso alpino e quindi aumenta ancora di più la sicurezza del freeride.

FAQ:

COS’È UNA VALANGA?

Con il termine “valanga” si intende una grande quantità di neve, ghiaccio o anche fango che si staccano dal pendio e poi cadono a valle. Le valanghe sono probabilmente il pericolo più grande ai quali gli appassionati di sport invernali sono esposti al fuori pista.

COME INIZIA UNA VALANGA E QUALI TIPI ESISTONO?

Una valanga si verifica sempre quando una massa di neve (o terra) si stacca e di conseguenza scivola lungo il pendio.Una valanga di neve può essere innescata da cause naturali come disgelo o neve fresca, ma anche da un'ulteriore carico dato animali o appassionati di sport invernali.

A seconda della natura della neve e del tipo di valanga, si distingue tra valanga a lastroni, per scivolamento di neve, di neve polverosa e a debole coesione.

PERCHÉ LE VALANGHE SONO COSÌ PERICOLOSE PER GLI APPASSIONATI DI SPORT INVERNALI?

Il pericolo che può rappresentare una valanga di neve è spesso sottovalutato dagli appassionati di sport invernali. Inoltre, i segnali che annunciano una imminente valanga non sono riconosciuti (o vengono individuati troppo tardi) da molti atleti. A causa dell'enorme forza applicata, anche gli sciatori e gli snowboarder esperti vengono facilmente travolti dalla valanga e poi sepolti sotto le masse di neve. Se una persona sepolta non viene recuperata in tempo, di solito c'è il rischio di soffocamento o congelamento. Avere con sé un ARVA, uno zaino da valanga con airbag e abbigliamento da sci con protezioni RECCO può aumentare notevolmente la possibilità di essere ritrovati rapidamente dopo una valanga.

VALANGA: COSA FARE? COME MI COMPORTO IN CASO DI VALANGHE? 

Ti sei mai imbattuto in una valanga e non c'è modo di sterzare lateralmente fuori dalla valanga, allora dovresti fare tutto il possibile per deporre gli sci, i bastoncini e le tavole in tempo utile. Ciò non solo riduce il rischio di lesioni, ma anche la probabilità di essere sepolti particolarmente in profondità. Prima di tutto, dovresti liberarti dei bastoncini da sci. Questo è l'unico modo per attivare, ad esempio, l'airbag da valanga. A parte questo, le tue mani ti aiuteranno a rimanere in superficie con i movimenti tipici del nuoto. Infine, puoi usare le mani per creare una cavità davanti alla bocca e al naso e incrociare le mani davanti al petto in modo da poter respirare meglio e avere più libertà di movimento. Idealmente, tuttavia, fai in modo di non arrivare a tanto. In primo luogo seguendo misure precauzionali comuni ed evitando potenziali aree di pericolo quando possibile.

È un regalo? Offrire la scelta Offri una carta regalo