1. SCARPE ADATTE AL TERRENO DI PRATICA

Il tuo terreno di pratica è la prima cosa a cui devi pensare quando scegli le scarpe da running. Perché? Perché la tecnicità di un paio di scarpe viene stabilita in funzione del terreno su cui si corre. 

Come scegliere le scarpe da running

L'asfalto o il parco per i runner performance e i runner occasionali-regolari 

Le scarpe da running performance devono procurare ammortizzamento, dinamismo e leggerezza per poter fare falcate esplosive pur proteggendo dagli impatti del tallone contro l'asfalto, più rigido rispetto ad esempio ai terreni umidi dei boschi

Le scarpe da running occasionale-regolare devono procurare ammortizzamento, comfort e sostegno per proteggere dagli impatti durante l'attività e per aiutare i runner occasionali (o principianti) a trovare il proprio ritmo e ad apprezzare ciascuna falcata.

Come scegliere le scarpe da trail

I sentieri, il bosco, la montagna per gli appassionati di trail

Delle scarpe da trail devono procurare soprattutto sostegno, stabilità e un'ottima aderenza, per sfidare i cambi di appoggi e le irregolarità del suolo. 

 

Come scegliere le scarpe da atletica

La pista di atletica e i terreni fangosi del cross-country 

Le scarpe da atletica devono essere specifiche per le discipline in pista o per il cross-country. Si tratta principalmente di "scarpe chiodate" che hanno dei tacchetti in ferro per dare forza esplosiva negli sprint o per offrire aderenza nei cross.

 

2. SCARPE ADATTE AI TUOI OBIETTIVI E PER LE TUE MOTIVAZIONI

Dopo avere fatto il punto sul terreno o sui terreni di pratica, dovrai chiarire bene che tipo di runner sei: praticante di trail, atleta o runner.

Se leggi subito questo paragrafo è molto probabile che tu sia un runner. Perfetto! Adesso ci concentreremo sui tuoi obiettivi e sulle tue motivazioni per correre, perché le tue scarpe dipendono anche da loro. 

iniziare o riprendere a fare running

Obiettivo di recupero della forma 

Corri per migliorare l'umore? Se il running è un modo per sfogarti e prenderti un po' di tempo per te senza obiettivi di performance, sei un runner occasionale/regolare. Le tue motivazioni sono principalmente rivolte al benessere e al divertimento, corri per te stesso/a e al tuo ritmo. Ogni tanto due volte alla settimana, ogni tanto due volte al mese, non ci sono allenamenti stabiliti: segui la tua motivazione e la tua forma del giorno. 

In questo caso, che tu corra 20, 30 o 45 minuti più volte alla settimana o al mese, hai bisogno soprattutto di comfort e di ammortizzamento

Progredire o preparare una corsa

Obiettivo di performance e preparazione di una corsa 

Corri per aumentare la resistenza o la velocità ed essere performante nelle corse a cui hai deciso di partecipare quest'anno? Se per te il running è una passione e segui dei programmi di allenamento, allora sei un runner performance!

 

A seconda del tipo di corsa che devi preparare (5km, 10km, mezza-maratona, maratona o altro), avrai bisogno di ammortizzamento ma anche di stabilità e dinamismo per poter avere slancio ed ottimizzare la falcata.

3. SCARPE ADATTE ALLA TUA FALCATA

Ogni runner ha un proprio modo di correre. Per stabilire il tuo tipo di falcata, il modo migliore è osservare l'usura della suola esterna delle tue scarpe da running. Troviamo:

E in tutto ciò cosa c'entra il "drop" delle scarpe?

Il drop è la differenza di spessore tra la parte anteriore e quella posteriore della suola. Anche se nessuno studio ha ancora dimostrato l'utilità di un drop basso o alto sulle performance di un runner, il drop contribuisce al movimento della falcata e quindi condizionerà anche la tua scelta.

Lo sapevi?

Per semplificarti la vita e per proporre delle scarpe da running adatte a tutti, abbiamo ideato ed inserito il K-only in alcune delle nostre scarpe: ​una suola con una zona più dura sotto l'articolazione dell'alluce, più morbida sull'altro lato del piede.​ In poche parole, delle scarpe fatte per tutte le falcate!

4. SEMPLICEMENTE DELLE SCARPE ADATTE A TE

Delle buone scarpe sono anche quelle con le quali ci si sente bene, che ci fanno venire voglia di metterle per andare a correre e che, una volta ai nostri piedi, ci danno ancora più motivazione. Ma le sensazioni rimangono un qualcosa di molto soggettivo. Quindi prima di scegliere poniti la domanda: cosa voglio sentire?

L’ammortizzamento per assorbire meglio le onde d'urto, lo slancio con una suola che offra un rimbalzo migliore per rendere più efficace la fase di propulsione e quindi la falcata, la leggerezza, il sostegno oppure la stabilità per accompagnare bene il movimento del piede.

Alla fine spesso è anche una questione di compromessi. Delle scarpe con più ammortizzamento possono essere più pesanti di un paio di scarpe che puntano di più sul comfort, ad esempio. 

Quindi ti consigliamo di provare diverse paia di scarpe direttamente in negozio, per farti un'idea e scegliere quelle che ti senti meglio addosso.

5. SCARPE E INFORTUNI NEL RUNNING

Si tende a pensare che i rischi di infortuni nel running provengano direttamente dalle scarpe. Però si tende anche a dimenticare o ignorare alcuni punti chiave: le scarpe da running vengono giustamente sviluppate per limitare i rischi di infortuni. Per questo è importante considerare bene tutte le caratteristiche sopraelencate: scegli delle scarpe adatte al tuo terreno di pratica, alle tue motivazioni, al numero di chilometri che percorri ogni mese e, soprattutto, alle tue aspettative personali! 

Ecco qualche consiglio per limitare i rischi di infortuni:

- Alterna le scarpe da running, soprattutto se corri regolarmente e su diversi tipi di terreno (in città, nei boschi, sui sentieri, ecc...). In questo caso sarebbe meglio investire su due paia di scarpe da running.

- Se cambi il terreno di pratica, il tipo di falcata o le scarpe a cui il tuo corpo è già ben abituato: vacci piano! Qualunque cambiamento va fatto dolcemente, a poco a poco.

- Cambia le scarpe da running se noti un'usura eccessiva sulla suola o quando percepisci un qualche fastidio provocato da esse. Alcuni dicono di cambiare le scarpe ogni 600-800km, ma dipende tutto dal terreno, dalla frequenza e dal tipo di pratica, dal tuo peso ed anche dalla resistenza del tuo paio di scarpe.