L’apnea è spesso poco conosciuta. Alcuni la collegano spontaneamente alle immagini del film Le Grand Bleu, mentre altri la vedono come una disciplina inaccessibile, se non addirittura rischiosa. L’apnea, detta anche freediving, è prima di tutto una formidabile attività subacquea ricca di sorprese. Non a caso, da cinque anni sta vivendo una vera e propria rinascita! 

Immersione nell’universo dell’apnea, uno sport e un hobby fuori dal comune che unisce svago ed esplorazione sottomarina...

IMMERGITI NELLA STORIA DELL’APNEA, CON SUBEA 

Non c’è dubbio che questa disciplina venga praticata dalla notte dei tempi, innanzitutto per motivi alimentari, e poi commerciali.

L’apnea ha infatti attraversato epoche e continenti: dalla raccolta preistorica delle conchiglie fino a Omero nel IX secolo a.C., quando l’uomo andava in cerca di spugne marine e del famoso corallo rosso.

Nel IV a.C., numerosi autori, come Aristotele e Plinio il Vecchio, descrivono i nuotatori che si immergevano nel Mediterraneo, iperventilando e usando grosse pietre come zavorra. 

In Giappone, da più di due secoli, le famose nuotatrici nude pescavano in apnea fino all’età di 50 anni e oltre! In Polinesia, sono i pescatori di perle a lavorare in apnea...

E più vicino a noi? Questa attività si è «rivelata» agli occhi del grande pubblico con il film Le Grand Bleu (1988) ma è rimasta un po’ ai margini per via dei numerosi incidenti che si sono verificati, soprattutto in piscina.

Il suo sviluppo è comunque proseguito e da cinque anni assistiamo a un vero e proprio boom. Oggi riconosciuta a pieno titolo come sport e hobby, l’apnea vive un momento di grande popolarità ed è promossa nei club, dove è praticata secondo regole ben definite. 

storia apnea freediving subea decathlon

L’APNEA A LIVELLO PRINCIPIANTE: L’APPROCCIO SPONTANEO ATTRAVERSO LO SNORKELING 

Scoprire le sensazioni dell’apnea è abbastanza semplice: una delle chiavi di accesso a questo universo è lo snorkeling. Da 6 a 77 anni (e più!) per iniziare a osservare la vita sottomarina e fare le prime immersioni, bastano una maschera da apnea e un boccaglio. 

Non nascondiamo comunque l’utilità delle pinne. E se l’acqua è fresca o l’immersione prolungata, è comoda anche una muta. Magari un Lycra, per proteggersi dal sole se l’acqua è calda! 

Una volta attrezzati e in acqua, ci si potrà gustare un momento di svago. Rispondendo all’invito di scoprire un mondo nuovo, ti ritroverai con la testa sotto la superficie trattenendo, per un po’, il respiro. 

Ed ecco che stai facendo apnea senza nemmeno accorgertene! In effetti, chi non ha mai trattenuto il respiro per nuotare sotto la superficie? Potrai provare il piacere e l’emozione di scoprire un ambiente naturale meraviglioso e nuovi modi di muoversi. 

scoprire l’apnea subea decathlon

L’APNEA SPORTIVA: SENSAZIONI E PERFEZIONAMENTO IN PROGRAMMA 

L’apnea si divide in tre discipline: statica, dinamica e di profondità, che è ulteriormente suddivisa in più sottodiscipline. Le prime due si praticano in piscina, la terza (la più conosciuta) in fossa o in un ambiente naturale. 

Tutte accessibili a partire dall’età di 8 anni, permettono di migliorare in breve tempo. Questo sport, indipendentemente dall’esperienza, può quindi offrire sensazioni e anche possibilità di perfezionamento, che è sempre uno stimolo.~ 

 

I NUMEROSI VANTAGGI DELL’APNEA 

Questa attività, possibile ovunque si nuoti (piscina, fossa, mare, lago, cava, fiume, ecc.), è facile da praticare vicino a casa. Il basso costo dell’equipaggiamento è pari solo al suo peso e all’estrema facilità di trasporto (basta uno zainetto). 

In immersione, farai attività sportiva beneficiando di una naturale sensazione di calma (rumori attutiti, temporaneo isolamento dal resto del mondo, ecc.). Ottima per la salute e il morale, l’apnea è anche un’attività da condividere: in famiglia, per esempio, si può fare facilmente in vacanza nei posti caldi. 

Pensa ai sentieri acquatici delle riserve naturali o dei parchi marini! Spesso gratuiti, offrono accesso a paesaggi mozzafiato, la cui rarità e fragilità saranno spiegate dalla guida. Approccio diverso: l’esplorazione di un relitto, altra attività ricca di emozioni. Il tutto nel pieno rispetto della Carta internazionale dell’apneista responsabile.~ 

Per saperne di più, scopri la nostra Top 10 dei benefici dell’apnea.

scoprire l’apnea subea decathlon

Avvicinarsi all’apnea: promemoria sulla sicurezza AVVICINARSI ALL’APNEA 

1.  L’apnea deve essere sempre praticata insieme a qualcuno in grado di fornire un primo aiuto (almeno, di evitare peggioramenti in caso di sincope e allertare i soccorsi). Uno, in superficie, segue l’altro in apnea. E viceversa. 

2. Avvisare qualcuno che resta a terra dell’uscita in mare programmata e informarsi preventivamente sulla zona che si intende esplorare in apnea (scogli, correnti, ecc.). 

3. Le diverse discipline si imparano in club, non da soli. Imparare e praticare insieme a professionisti è garanzia di sicurezza, ma anche di perfezionamento. Ce ne sarà sicuramente uno vicino a casa!

Conosci i termini tecnici dell’apnea? Scopri il nostro vocabolario a fondo pagina: sarà l’occasione per imparare di più su come funziona il nostro corpo!

storia apnea freediving subea decathlon

Se hai sete di scoperta e sei attratto dall’ambiente acquatico, l’apnea potrebbe diventare il tuo nuovo sport preferito. Con oltre 2.500 club e strutture in tutta Francia e nei territori d’oltremare, è facile iniziare nelle condizioni giuste.

E tu, come hai scoperto l’apnea? Che cosa ti piace di questo sport? Vuoi condividere la tua storia? Raccontacela nel riquadro dei commenti.

Baptiste, digital manager in Subea

BAPTISTE

Digital Manager - PADI Rescue e Livello 1 FFESSM  

Sono il Digital Manager della marca Subea. Appassionato di pesca subacquea e apnea, faccio anche immersioni con le bombole da quindici anni. Sono un sub autonomo fino a 60 metri.

RACCOMANDIAMO ANCHE I NOSTRI CONSIGLI APNEA