Combinati ECO/GPS

Combinati ECO/GPS

Salta categorie Salta categorie
Salta filtri
Filtri
Nessun risultato

GPS


Perché utilizzare un GPS nautico?

I GPS nautici sono diventati essenziali per la navigazione in mare e il loro utilizzo è molto diffuso. Grazie a questo strumento è possibile conoscere con precisione la propria posizione in mare e dare informazioni utili. Inoltre rende la navigazione più accessibile sostituendo i calcoli e l'uso del sestante, che è uno strumento di misura utilizzato per orientarsi non solo in mare ma anche a terra.

Le funzioni più basilari, oltre a determinare la posizione, sono il calcolo della velocità di spostamento, della rotta da seguire e della distanza da percorrere. Gran parte dei GPS nautici sono anche plotter cartografici e localizzatori, permettendo quindi di posizionarsi su una mappa anziché fornire semplicemente le coordinate GPS. Alcuni modelli diGPS offrono molte funzioni aggiuntive: calcolo del tempo di arrivo stimato, determinazione delle deviazioni di rotta, presa in conto delle correnti marine e delle maree.

L'utilizzo di un GPS durante la navigazione non è essenziale ma offre un comfort e una sicurezza non trascurabili durante la navigazione.


Come funziona un GPS ?

GPS è l'acronimo di Global Positioning System. Si tratta di un sistema di navigazione e localizzazione satellitare sviluppato dall'esercito americano e utilizzabile dal grande pubblico. Funziona con una rete di 24 satelliti (e diversi sostituti). Il suo utilizzo è molto diffuso per determinare le sue coordinate geografiche sulla superficie del globo. Abbinato a un sistema di mappatura, permette di posizionarsi su una mappa durante varie attività: auto, trekking, barca, jogging, ecc.

Un GPS è composto da 3 parti: i satelliti, le stazioni terrestri e i ricevitori (il tuo dispositivo GPS elettronico). I satelliti sono in orbita attorno alla Terra con 6 diverse traiettorie. Hai bisogno di almeno 3 satelliti sopra di te per conoscere la tua posizione grazie a un metodo matematico chiamato trilaterazione.

Potresti imbatterti in diversi acronimi durante la ricerca del GPS per la tua barca:

  • GLONASS (Global Navigation Satellite System): sistema di posizionamento satellitare russo
  • GALILEO: sistema di posizionamento satellitare dell'Unione Europea
  • DGPS (Differential Global Positioning System): GPS differenziale, è una versione migliorata del GPS che consente una maggiore precisione
  • WAAS: differenziale americano
  • EGNOS: differenziale europeo
  • MTSAT: differenziale giapponese

Quali sono i diversi tipi di GPS ?

Esistono principalmente due tipi di GPS: fisso e portatile. Ognuno ha i suoi vantaggi e svantaggi. A seconda del tipo di imbarcazione e della navigazione (base, costiera, mid-shore o offshore), le tue esigenze non saranno le stesse. Per lunghe navigazioni su una barca a vela di 12 metri, un GPS fisso sarà sicuramente più pratico. Se hai intenzione di fare gite di un giorno nel fine settimana, un GPS portatile sarà più che sufficiente.

I GPS fissi di solito sono installati in modo permanente all'interno della barca. Sono dotati di schermi di grandi dimensioni e maggiori funzioni rispetto ai GPS portatili. Tuttavia, questi ultimi consumano meno energia rispetto ai GPS fissi e sono più facili da usare. Infatti, per le loro ridotte dimensioni e la loro portabilità, consentono una maggiore flessibilità nel loro utilizzo, che può essere particolarmente apprezzabile durante la navigazione in solitario.

È importante sapere che esistono localizzatori GPS senza cartografia. Ti indicano solo le tue coordinate senza la tua posizione su una mappa. Altri sono dotati di numerose funzioni, che possono essere più o meno rilevanti a seconda della tua situazione. Alcuni GPS sono combinati con un ecoscandaglio nautico , che ti consente di collegare le tue carte nautiche con i dati dell’escondaglio.

Puoi anche usare il tuo cellulare come GPS. Un GPS portatile resta comunque più adatto all'utilizzo in mare, infatti è generalmente impermeabile, più resistente, con maggiore autonomia e una migliore ricezione.

Tra l'ampia varietà di modelli disponibili, può essere difficile scegliere. Sta a te determinare le funzioni di cui hai bisogno per scegliere il tipo di GPS più adatto al tuo utilizzo.


È obbligatorio avere un GPS a bordo della propria barca?

Se hai dei dubbi sull’equipaggiamento obbligatorio da avere a bordo della tua imbarcazione, tieni presente che i regolamenti per le imbarcazioni da diporto (la cui lunghezza è inferiore o pari a 24 metri) sono stabiliti dalla divisione 240. I regolamenti vengono aggiornati regolarmente. Fai riferimento all'ultima versione.

Non è obbligatorio avere un GPS a bordo della propria imbarcazione, ma è necessario disporre di una bussola magnetica impermeabile a partire dalla cosiddetta navigazione “base” a più di 2 miglia da un rifugio. In caso di navigazione costiera (da 2 a 6 miglia da un rifugio) la bussola magnetica può essere sostituita da un GPS impermeabile se dotato di una bussola integrata. Tuttavia, è obbligatorio avere le carte nautiche a bordo della barca non appena si naviga lungo la costa (oltre le 2 miglia da un rifugio), sia in formato cartaceo che elettronico con una carta nautica elettronica. Se decidi di non attrezzarti con un GPS con la funzione di lettore e localizzatore, pensa a munirti di mappe.

Per navigare a più di 6 miglia da un rifugio, è obbligatorio avere un VHF marino fisso. Affinché il DSC (Digital Selective Calling) funzioni e invii la posizione dell'imbarcazione ai servizi di emergenza, il VHF deve disporre di un ricevitore GPS o essere collegato a un GPS.


Quali accessori scegliere per un GPS marino?

Per sfruttare i vantaggi del tuo GPS per barca, pensa a dotarti di accessori che ne facilitino l'utilizzo. Ad esempio ti consigliamo di investire in una supporto di fissaggio adatto al tuo modello e alla configurazione della tua barca. Se hai un GPS portatile, avrai tendenza a trasportarlo regolarmente. Per evitare di graffiarlo, puoi dotarti di una custodia protettiva. Se vuoi proteggerlo anche in caso di caduta, opta per un modello concepito per attutire gli urti. Esistono anche protezioni per i GPS fissi.

Poiché la maggior parte dei GPS nautici sono anche plotter cartografici e localizzatori, è essenziale dotarsi di carte nautiche elettroniche progettate per il proprio modello di GPS. Come accennato in precedenza, la cartografia fa parte dell'equipaggiamento obbligatorio della navigazione costiera. Per un servizio ottimale ti consigliamo di scegliere carte dello stesso marchio e dello stesso formato del tuo dispositivo. È importante avere a bordo anche una mappa cartacea con bussola e righello di navigazione (e di saperli utilizzare) in caso di guasto o problema materiale.

Per migliorare la ricezione del segnale del tuo GPS fisso o per utilizzare la tua posizione su altri dispositivi come il tuo VHF o il tuo pc portatile, è anche possibile installare un'antenna GPS attiva sulla tua barca.

È un regalo? Offrire la scelta Offri una carta regalo