COME FUNZIONA UN SENSORE CARDIO OTTICO?                                         

La frequenza cardiaca è uno degli indicatori più affidabili per valutare la condizione fisica
e la tecnologia del sensore cardio ottico è l'ultimo arrivato tra gli strumenti di misurazione in questo campo.
Scopri come funziona un sensore cardio ottico e ti risponderemo alle 5 domande che ti stai ponendo su questa tecnologia!

COME FUNZIONA UN SENSORE CARDIO OTTICO?                                         

LA FREQUENZA CARDIACA al polso!

Il sensore cardio ottico si basa su uno o più LED che emettono luce e su un sensore che riceve il segnale luminoso: il principio di base del sensore cardio ottico è quello di fare passare la luce attraverso la pelle.

La nostra pelle è formata da tre strati distinti: l'ipoderma, il derma e l'epidermide.

Il derma è vascolarizzato, contiene molti capillari pieni di sangue. Quando il cuore pompa il sangue, modula leggermente la quantità di sangue presente nel derma.

Quindi il principio è quello di inviare la luce verde al centro dei capillari e, a seconda della luce riflessa, il sensore sarà in grado di stabilire l'afflusso di sangue e, di conseguenza, la frequenza cardiaca.

Infatti questa luce è stata scelta appositamente per essere assorbita dal sangue. Il sangue pompato nei capillari modula la luce, che viene poi riemessa dalla pelle e rilevata dall'orologio cardio.

Questo tipo di misurazione si chiama fotopletismografia (PPG).

Il segnale viene poi trattato da degli algoritmi che separano il rumore della misurazione dalla frequenza cardiaca. In funzione dell'attività effettuata, i risultati possono quindi essere più o meno precisi.

COME FUNZIONA UN SENSORE CARDIO OTTICO?                                         

5 DOMANDE CHE TI STARAI PONENDO SUL SENSORE CARDIO OTTICO

Il sensore cardio ottico è adatto per tutti gli sport?

Gli algoritmi che analizzano i dati provenienti dal sensore di luce sono ottimizzati per le attività con movimenti ripetitivi, come il walking, il running e il nuoto.

Per la maggior parte dei prodotti, la precisione della frequenza cardiaca non è garantita per attività come il bodybuilding e il fitness. In funzione del prodotto utilizzato, l'errore sulla frequenza cardiaca può arrivare da 20 a 30 bpm rispetto alla fascia cardio.

Il sensore cardio ottico è meno preciso della fascia cardio?

La tecnologia nella fascia cardio è una misurazione dell'attività elettrica del cuore. Quindi è molto precisa. Al contrario, la tecnologia ottica è un po' meno precisa perché non è una misurazione diretta. Inoltre è molto influenzata dal movimento e segue degli algoritmi precisi.

Quindi non tutti i sensori cardio ottici offrono le stesse prestazioni: i migliori danno comunque una precisione di più o meno 2 bpm in media, rispetto alle fasce cardio per il running. Sono comunque molto apprezzati dai runner perché evitano loro i fastidi legati alle fasce cardio (comfort, peso, ecc...).

Il sensore cardio ottico funziona su tutti i tipi di pelle?

Sulla maggior parte dei prodotti disponibili, le prestazioni del sensore non cambiano a seconda del colore della pelle o della villosità. Sulla pelle scura, tuttavita, la quantità di luce riemessa dalla pelle è inferiore. Quindi la maggior parte dei sensori si adatta, iniettando più luce o regolando la sensibilità del sensore di luce.

Può capitare però che il sensore abbia qualche difficoltà sulla pelle tatuata: l'inchiostro è iniettato nel derma, quindi può influenzare le performance del sensore cardio ottico. Puoi però mettere l'orologio sull'altro polso oppure usare una fascia cardio!

Come si porta il sensore cardio ottico?

Per garantire una misurazione di qualità ottimale, il sensore cardio ottico va portato sul polso, dopo la sporgenza dell'osso.

Il sensore deve essere a contatto con la pelle, quindi il cinturino deve essere un po' stretto, senza però dare fastidio. Le prestazioni del sensore cardio ottico sono inferiori se il cinturino è troppo largo.

Il materiale del cinturino del sensore cardio ottico è stato scelto appositamente per garantire sostegno e comfort durante l'attività fisica, considerando che il polso si gonfia leggermente durante le sedute sportive.

Portare il sensore cardio ottico è pericoloso?

Ad eccezione di qualche caso di intolleranza a contatto tra la pelle e il materiale del dorso dell'orologio, non c'è nessun pericolo nel portare un sensore cardio ottico.

PER ANDARE PIÙ LONTANO...

La maggior parte degli orologi con sensore cardio ottico è anche provvista di funzioni come l'allenamento frazionato, per perfezionare ancora di più gli allenamenti!