Sei stufo di contare le mattonelle della piscina? Ti piace la scoperta e tuffarti in acque fresche, profonde, senza dei riferimenti veri e propri non ti spaventa?

È ora di equipaggiarsi nel modo giusto!

1. COSTUME o MUTA IN neoprene?

Dal punto di vista strettamente pratico, il nuoto in acque libere non richiede un equipaggiamento diverso da quello usato in piscina. Tuttavia, viste le diverse condizioni dell'ambiente acquatico, è spesso utile procurarsi l’equipaggiamento giusto per nuotare in acque libere comodamente.

Bisogna prima di tutto decidere se nuotare in costume o con la muta in neoprene. Valutiamo pro e contro:

COSTUME: 

• Facilità di trasporto

• Facilità di indossatura

• Limitata formazione di irritazioni

• Grandissima libertà di movimento


MUTA DA NUOTO IN ACQUE LIBERE IN NEOPRENE:

• Protezione termica

• Maggiore galleggiabilità

• Protezione dall’azione aggressiva del sole e del sale

• Grande libertà di movimento

• Migliore idrodinamica

È chiaro che il costume offrirà vantaggi puramente pratici ma la muta in neoprene, dal canto suo, aiuterà ad adattarsi alle acque naturali per rendere più accessibile l’allenamento.
Devi comunque sapere che il regolamento FINA,secondo cui fino a poco tempo fa i nuotatori in acque libere erano obbligati a gareggiare con la muta classica o, in alternativa, in costume, è cambiato. Adesso è possibile indossare una muta in neoprene, specialmente sviluppata per il nuoto in acque libere.

2. OCCHIALINI DA NUOTO

Gli occhialini sono INDISPENSABILI per il nuotatore, in acqua con cloro o salata! Servono a tenere gli occhi all’asciutto per il massimo comfort e soprattutto a proteggerli dalle aggressioni dell’ambiente acquatico in mare o in piscina.

In più, nelle belle giornate, le lenti specchiate proteggeranno dal sole e dal riverbero della luce sull’acqua.

Credimi: per trovare il giusto orientamento in queste grandi piscine con le onde, è meglio vederci bene!

Equipaggiarsi per il nuoto in acque libere | DECATHLON

3. CUFFIA DA NUOTO

“E la cuffia in piscina e la cuffia in mare… Non si dovrà mica vivere con la cuffia incollata sulla testa?!”

Ah, voi! Grandi detrattori delle cuffie da nuoto, vi sento già!

Tranquilli, non è obbligatoria. Ma vale la pena sapere che la cuffia può rivelarsi particolarmente utile nel nuoto per una questione di comfort, ma anche e soprattutto di sicurezza!

Infatti, oltre a tenere la testa al caldo e fuori dall’acqua grazie alla sua galleggiabilità, una cuffia di colore sgargiante renderà visibile il nuotatore alle persone in acqua (su imbarcazioni, surf, ecc.) e a riva.

E poi… Il sale è aggressivo: pensate almeno ai vostri poveri capelli...

4. MATERIALE PER L'ALLENAMENTO

Per gli allenamenti di nuoto in acque libere, il materiale rimane identico a quello usato in piscina. Ovviamente, non sarà ammesso in gara.

È possibile usare quasi tutto per spezzare la monotonia dell’allenamento ed eseguire un lavoro profondo sui diversi gruppi muscolari.

Alcuni attrezzi sono più utili di altri per allenarsi nel nuoto in acque libere: le pinne, preferibilmente lunghe, le palette da nuoto e il boccaglio frontale possono aiutarti a migliorare e ottenere risultati.

Al contrario, pull buoy, tavolette e altri attrezzi galleggianti non saranno adatti in acque libere causando più che altro fastidio.

5. ACCESSORI UTILI

Prima di tuffarti in acque naturali, pensa al tuo corpo. Se vuoi nuotare con un costume classico, applica una protezione solare per evitare scottature, soprattutto in mare e anche con il cielo coperto!

Vuoi mettere la muta? Il grasso per mungere o la vaselina può essere un ottimo mezzo per infilarla più facilmente ma anche per proteggere la pelle dagli sfregamenti.

Infine, per essere al top dei top, nuotando con una boa di rifornimento legata in vita, potrai renderti più visibile e metterti al sicuro in caso di problemi (crampi, ipoglicemia, calo fisico).

Maglia termicamuta, qualche accessoriocuffia e occhialini… Alla fine, basta poco per nuotare felici!